I RACCONTI di
Mariagrazia Di Stasi

LA STANZA DELLE OMBRE

(di Mariagrazia Di Stasi e Andrea Ingianni)
la stanza delle ombre

La storia comincia quando Gomelio Vergassi, bancario in pensione, si lancia nell’impresa di creare un sito web personale che,  nelle sue convinzioni, dovrebbe coronare quella che ritiene una prestigiosa carriera.

Tuttavia la realtà dei fatti non si dimostra all’altezza delle aspettative. Nonostante i suoi sforzi, il sito non tira e le visite sono scarse. E così a Gomelio viene l’idea di inventarsi un personaggio fittizio, Nina, per mezzo del quale crede di poter movimentare il forum del sito e incrementare gli accessi. Inizia così un dialogo a distanza piuttosto polemico con questa creatura fantastica, che finisce per  incarnare i lati oscuri della personalità del protagonista.

Gomelio ha una moglie ancora giovane, Marzia. Una donna piacente ma insicura, succube della personalità prevaricatrice del marito, che riempie la noia delle sue giornate frequentando l’amica Samantha, donna vistosamente attraente, dal carattere forte e autonomo, che vive sopra le righe. Attraverso l’amica, Marzia conosce Tiziano, un agente di commercio, più giovane di lei di alcuni anni, attraente e brillante, con il quale inizia una relazione, nell’illusione di sentire rifiorire in sè emozioni che credeva perdute per sempre. Coinvolta da questa storia, non si accorge che suo marito è sempre più preso dagli scambi con il suo alter ego, che egli comincia a personificare, finendo con l’identificarlo con Luna, un travestito conosciuto per caso una sera in un pub. Con Luna, Gomelio inizia una relazione che diventa via via più coinvolgente, fino a sfociare nella tragedia.

I colpi di scena si susseguono perché nulla è come appare, prima dell’imprevedibile finale in cui tutte le tessere del mosaico vanno al loro posto.

ULTIMI FUOCHI ALL'OMBRA DELLA SERA

il ventre profondo dell'america